Vandali del presepe: nuova inquietante “moda” in Lombardia

Natività e statua di Gesù sono stati oggetto di numerosi atti vandalici in tutta la Regione.

Vandali del presepe: nuova inquietante “moda” in Lombardia
Bassa Comasca, 05 Gennaio 2020 ore 11:09

Nei giorni scorsi, quelli che hanno preceduto e susseguito il capodanno, sono stati diversi gli atti di vandalismo dei presepi realizzati in tutta la Lombardia, che hanno offeso e oltraggiato migliaia di fedeli e cittadini. Preso maggiormente di mira tra le statuette, come da copione, è stato Gesù bambino ma spesso gli atti offensivi hanno riguardato l’intero presepe, senza risparmiare nessuno.

A Lodi sassi contro il presepe, stata di Gesù trovata senza testa

Come raccontato, a Lodi un cittadino ha trovato la statua di Gesù bambino, rubata il giorno prima dal presepe dopo essere stata presa a sassate, in un prato poco lontano dal punto in cui era stata allestita la capanna della natività. Alla statuetta era stata staccata la testa, lasciata abbandonata vicino al corpo nel prato.

LEGGI QUI TUTTA LA STORIA

A Mantova Gesù smembrato e appeso in piazza

A Mantova invece ha fatto molto discutere il gesto di quattro ragazzi che hanno rubato il bambolotto di Gesù bambino dal presepe situato in piazza, poi smembrandolo e appendendone i pezzi a dei pali con del fil di ferro. In questo caso i Carabinieri sono riusciti ad individuare i responsabili, poi denunciati per vilipendio alla religione cattolica: si trattava di quattro giovani 16enni di nazionalità marocchina, nati in Italia.

LEGGI QUI TUTTA LA STORIA 

Gesù buttato nel cestino nel Bresciano

L’hanno strappato dalla sua nicchia per poi gettarlo nei rifiuti: è questo quello che è accaduto alla statua del Gesù Bambino di Pompiano, che si trovava nella nicchia in piazza. Il parroco in questo caso aveva deciso di non sporgere denuncia, dichiarandosi però curioso di conoscere i responsabili.

LEGGI QUI TUTTA LA STORIA

Nel Bresciano fatta a pezzi la statua di Gesù

Sempre nel Bresciano, una coppia di ragazzini minorenni ha deciso di fare a pezzi la statua di Gesù, situata tra nel presepe sul sagrato della chiesa, decidendo poi di postare la bravata su Instagram. Grazie ai video e alle ricerche dei Carabinieri si è riusciti a individuare i responsabili, poi denunciati: si tratta di due ragazzi di Flero e uno di Montichiari tra i 13 e i 15 anni.

LEGGI QUI TUTTA LA STORIA 

Anche a Milano distrutto il Bambin Gesù

Anche a Milano la statua di ceramica del bambin Gesù è stata violentemente distrutta e fatta a pezzi mentre si trovava nel presepe della Chiesa pastorale di San Siro. L’allarme della notizia è stato lanciato anche su facebook, creando l’indignazione generale.

LEGGI QUI TUTTA LA STORIA

Feci sul presepe nel comasco

Questo forse è il gesto più oltraggioso di tutti: feci – molto probabilmente umane -spalmate sul presepe allestito sul sagrato della chiesa di Mozzate, nella bassa comasca.

Anche in questo caso, la notizia si è velocemente diffusa, suscitando reazioni di indignazione e di rifiuto verso questo volgare gesto.

LEGGI QUI TUTTA LA STORIA

Distrutto il Bambin Gesù del presepe di Misinto

Nel pomeriggio di ieri, venerdì 3 gennaio, è stata trovata la statua di Gesù Bambino distrutta in mille pezzi all’interno della capanna del presepe realizzato, come tradizione, dai volontari della parrocchia di San Siro. Ad avvisare la parrocchia sono stati gli operatori ecologici che, loro malgrado, hanno trovato i cocci della statua sparsi per la piazza.

LEGGI QUI TUTTA LA STORIA