Ospedale di Saronno: anche a Gerenzano si approva la mozione per la salvaguardia

L'Amministrazione guidata dal sindaco Ivano Campi ha sensibilizzato la Regione a investire sul nosocomio di piazzale Borella.

Ospedale di Saronno: anche a Gerenzano si approva la mozione per la salvaguardia
Saronno, 20 Luglio 2019 ore 17:53

Ospedale di Saronno: nel consiglio comunale di questa mattina, sabato 20 luglio, a Gerenzano all’unanimità dei presenti è stata approvata la mozione per la salvaguardia e il rilancio del nosocomio di piazzale Borella.

Ospedale di Saronno: Gerenzano approva la mozione

Dopo Caronno Pertusella, Solaro, Misinto, Origgio e Turate, anche l’Amministrazione comunale di Gerenzano, guidata dal sindaco Ivano Campi, ha approvato la mozione, letta dal capogruppo di maggioranza Stefano Viotti, per il rilancio e la salvaguardia dell’ospedale di Saronno. Ha votato a favore anche Marco Franchi, consigliere di Forza Italia, l’unico rappresentante dell’opposizione presente.

Le richieste a Regione e Asst Valle Olona

Come negli altri Comuni, anche Gerenzano vuole con questo atto amministrativo sensibilizzare l’Asst Valle Olona, di cui il presidio saronnese fa parte, e la Regione a continuare a investire sull’ospedale che serve un bacino di utenti molto ampio. Tra i principali problemi emersi la carenza di medici e la strumentazione obsoleta, criticità illustrate più volte anche dal Comitato apolitico recentemente nato. Ed è stato proprio dopo l’invito di tutti i sindaci dei Comuni limitrofi a Saronno da parte del Comitato, che le varie Amministrazioni hanno iniziato a portare le mozioni in consiglio comunale. Nelle scorse settimane il Pd di Saronno e il gruppo d’opposizione “ViviCislago” hanno invece sollecitato le Amministrazione di Saronno e Cislago, che ancora non hanno presentato in consiglio tale mozione.

Gli ultimi problemi emersi

Come si legge sull’ultimo numero de La Settimana, uscito ieri, venerdì 19 luglio, tra le ultime criticità emerse relative all’ospedale di Saronno, vi sono il taglio del 20% sugli addetti al servizio di pulizia da parte dell’azienda che ha recentemente vinto l’appalto, con possibili conseguenze sul decoro del nosocomio, e la necessità di chiamare ginecologi e ostetrici in prestito da Como per il numero esiguo di specialisti in tale settore a Saronno e Busto Arsizio. Infine i gestori del bar hanno annunciato che venerdì prossimo chiuderanno i battenti perché non riescono più a versare la quota mensile di affitto, proprio a causa del calo drastico di posti letto, ancora più forte nella stagione estiva.

Leggi anche: Presidio all’ospedale di Saronno degli addetti delle pulizie Foto