L’Istituto Torno di Castano incontra i Carabinieri – FOTO

Continuano gli incontri dedicati alla legalità all'Istituto Torno di Castano Primo e questa volta gli studenti hanno incontrato i Carabinieri.

L’Istituto Torno di Castano incontra i Carabinieri – FOTO
Legnano e Altomilanese, 27 Gennaio 2020 ore 16:44

All’Istituto Torno di Castano Primo riprendono gli incontri del sabato dedicati alla legalità.

L’Istituto Torno e gli incontri sulla legalità

Dopo la presenza di don Burgio e dei ragazzi del Beccaria, sabato 25 gennaio l’aula magna della scuola superiore ha accolto gli interventi del capitano dell’Arma dei Carabinieri Domenico Cavallo del Comando di Legnano e del luogotenente Cosimo Paglialunga, comandante della Stazione dei Carabinieri di Castano Primo.

I Carabinieri contro il bullismo

I Carabinieri, sempre pronti alla collaborazione con il Torno, hanno presentato la loro attività di contrasto all’illegalità sul territorio e di intervento nei casi che lo richiedano. In particolare, rivolgendosi agli studenti delle quarte e delle quinte presenti, si sono soffermati sulla necessità di combattere il bullismo in ogni sua manifestazione, perché tale forma di comportamento violento sempre più spesso finisce per richiedere l’intervento dei Carabinieri. Il richiamo del tenente Cavallo, ufficiale del Comando di Legnano che ha giurisdizione sul legnanese e castanese, ha incontrato un uditorio consapevole, visto l’impegno di sensibilizzazione dedicato negli anni dall’Istituto Torno alla battaglia contro il bullismo e che aveva visto nel 2017, in occasione della promulgazione della legge 71 del 2017 contro il cyberbullismo, la presenza della senatrice Elena Ferrara, prima firmataria e promotrice della norma. I due uomini dell’Arma presenti hanno sottolineato come il loro intervento sia spesso la conclusione di situazioni che potevano essere prevenute perché la violenza emerge solo quando la vittima riporta lesioni tali da dover ricorrere e cure mediche, ma la quasi totalità dei casi di violenza non viene denunciato, impedendo l’intervento delle forze dell’ordine. Ecco l’importanza di aiutare sempre chi è in difficoltà.

4 foto Sfoglia la gallery

Studenti coinvolti contro le truffe

La mattinata è servita anche, come è uso in ogni circostanza nella quale l’Arma organizza incontri pubblici, per allertare nuovamente la popolazione per tramite dei ragazzi del dilagare nel territorio di truffe con vittime privilegiate gli anziani. I due militari hanno sollecitato gli studenti a fare attenzione per proteggere i loro nonni, spesso vittime di farabutti senza scrupoli: il capitano Cavallo e il luogotenente Paglialunga hanno ricordato che il mezzo più efficace per difendersi è di non far entrare in casa nessuno sconosciuto.

Alla ricerca di nuove leve per il Concorso di accesso all’Arma

I Carabinieri si sono rivolti ai giovani del Torno anche per presentare il bando 2020 per entrare nel corpo dei Carabinieri di imminente scadenza: il 27 gennaio chiudono le procedure per l’ammissione al 202° Corso dell’Accademia per la formazione di base degli Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri. I requisiti per l’ammissione al bando prevedono l’essere cittadini italiani, aver compiuto il 17 ° anno di età e non aver superato il giorno di compimento del 22° anno di età alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande.

TORNA ALLA HOME E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE